Smartphone e radiazioni SAR: ecco quelli più pericolosi e come evitare danni

L’utilizzo dello smartphone è affare di chiunque al giorno d’oggi, che sia utilizzato per lavoro o semplicemente per motivi ricreativi durante la giornata. Tutti i dispositivi mobili sono ormai di fondamentale importanza all’interno della vita delle persone anche se spesso possono riservare loro qualche piccolo o grande problema.

Tutti i dispositivi mobili che sono collegati ad una rete e mettono infatti delle radiazioni, anche se non si tratta di fenomeni pericolosi come quelli del settore nucleare ovviamente. Nonostante questo si rischia davvero tanto dal momento in cui tantissimi utenti tengono il proprio smartphone spesso vicino a parti del corpo facilmente corruttibili.

 

Radiazioni SAR e pericoli per gli utenti che usano lo smartphone: ecco le precauzioni e lo smartphone più radioattivo in assoluto tra quelli sul mercato

Tutti ormai sanno delle solite discussioni in merito alle onde elettromagnetiche emesse dagli smartphone. Queste vengono emesse provocando problematiche spesso anche importanti, anche se non c’è attualmente alcun collegamento tra queste e lo sviluppo di malattie e danni gravi. Bisogna comunque attenersi ad alcuni piccoli accorgimenti che possono salvaguardare la vostra salute.

Prima di tutto non bisogna trasportare per troppo prolungato lo smartphone nelle tasche dei propri pantaloni. Questa situazione vale soprattutto per gli uomini, visto che tutto ciò può anche portare addirittura all’infertilità. In più sarebbe consigliabile anche dormire con lo smartphone spento nella della propria camera, tenendolo lontano dalla testa.

Stando ai dati ufficiali in questo momento lo smartphone che emette il maggior quantitativo di radiazioni è lo Xiaomi Mi A1 con un valore SAR di 1,75 Watt.