Europa, una delle 79 lune di Giove, potrebbe avere gli ingredienti necessari per sostenere la vita. Un team di scienziati della NASA ha recentemente scoperto per la prima volta il vapore acqueo sopra la superficie di Europa e le loro scoperte potrebbero aiutarci a comprendere meglio il funzionamento interno di questo luogo misterioso.

Quarant’anni fa, un’astronave Voyager catturò immagini di Europa e rivelò le crepe marroni presenti sulla superficie ghiacciata della luna. In precedenza gli scienziati avevano prove della presenza di acqua liquida sotto la superficie della luna e occasionalmente può esplodere nello spazio in geyser giganti. Tuttavia, gli scienziati non sono stati in grado di confermare la presenza di vapore acqueo in questi pennacchi.

Qui è dove il team, che è stato condotto fuori dal Goddard Space Flight Center della NASA nel Maryland, ha trovato una soluzione: scrutare Europa e misurare il vapore acqueo con uno dei più grandi telescopi del mondo alle Hawaii. Il team ha riportato queste misurazioni sulla rivista Nature Astronomy il 18 novembre.

Elementi chimici essenziali (carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto, fosforo e zolfo) e fonti di energia, due dei tre requisiti per la vita, si trovano in tutto il sistema solare. Ma il terzo – l’acqua liquida – è un po ‘difficile da trovare oltre la Terra“, ha detto Lucas Paganini, uno scienziato planetario della NASA che ha guidato le indagini. “Anche se gli scienziati non hanno ancora rilevato direttamente l’acqua liquida, abbiamo trovato la prossima cosa migliore: l’acqua sotto forma di vapore“.

Ciò che Paganini e il suo team hanno scoperto è stato scioccante: hanno scoperto che dall’Europa era stata rilasciata abbastanza acqua (5.202 libbre al secondo) per riempire una piscina di dimensioni olimpioniche in un paio di minuti e che l’acqua si presentava di rado.

 

NASA: com’è stata scoperta la presenza di acqua su Europa

Ecco come hanno indagato su questa strana attività su Europa: mentre osservavano la luna dall’Osservatorio Weck Keck, che si trova in cima al vulcano Mauna Kea dormiente alle Hawaii, hanno visto molecole d’acqua nell’emisfero principale di Europa, che affronta sempre la direzione dell’orbita . Il team ha utilizzato uno spettrografo che misura la composizione chimica delle atmosfere planetarie attraverso la luce infrarossa che assorbono o emettono.

Questo aggiornamento aiuta a sostenere l’idea che potrebbe esserci un oceano di acqua liquida, potenzialmente due volte più grande di quello del nostro pianeta, esistente sotto il guscio di ghiaccio di Europa. I pennacchi potrebbero anche ottenere vapore acqueo da bacini poco profondi di ghiaccio d’acqua sciolto sotto la superficie della luna.

La missione Europa Clipper, che dovrebbe essere lanciata tra qualche anno, esplorerà ulteriormente Europa, che è molto più di un “bulbo oculare velato” vicino a Giove.