Diesel contro elettrico, da tempo si discute a tutti gli effetti di quale sarà il motore del futuro, la risposta potrebbe essere davvero più semplice del previsto, ma allo stesso tempo potrebbe lasciarvi a bocca aperta.

L’incredibile inquinamento ambientale degli ultimi anni, con risultati devastanti sul nostro pianeta, ha spinto il progresso a cercare una fonte rinnovabile eco-friendly, con la consapevolezza che al giorno d’oggi fare a meno dell’automobile è davvero impensabile.

Gli studi ci hanno spinti verso il mondo dell’elettrico, soluzione realmente dalle zero emissioni ma che presenta un deficit per quanto riguarda la produzione e lo smaltimento della componentistica di base: le batterie. Una ricerca ha recentemente dimostrato che le aziende alle spalle delle “auto elettriche” sfruttano ancora a tutti gli effetti il carbon fossile per il proprio sostentamento, ciò si tramuta quindi in un inquinamento eccessivo, calcolato addirittura in quantità superiori alle emissioni del più moderno motore diesel (senza contare o ipotizzare uno smaltimento non corretto delle batterie stesse).

 

Diesel contro elettriche: e se la soluzione non fosse nessuno dei due?

La soluzione al problema dell’inquinamento potrebbe però non essere nessuna delle due, alcuni studiosi hanno lanciato una provocazione su cui vogliamo lasciarvi pensare: “se l’automobile del futuro fosse ad idrogeno?”.

Al giorno d’oggi in commercio esiste solamente un modello con tali caratteristiche tecniche, non ha riscontrato particolare appeal tra il mondo dei privati, oltre che essere commercializzata esclusivamente in oriente. Ad ogni modo sarebbe un autoveicolo completamente eco-friendly dalla A alla Z, con tempi di ricarica ridotti al minimo, si parla addirittura di soli 8 minuti dallo 0 al 100%.