Microsoft ha lanciato la versione di prova pubblica di Project xCloud, il suo nuovo servizio di videogiochi in streaming che ha come obiettivo quello portare i titoli dei maggiori giochi di Xbox su tutte le piattaforme così da fare subito una sanguinosa concorrenza a Google Stadia, fino all’ultimo utente.

Project xCloud: non servirà per forza una Xbox

Attualmente Project xCloud è scaricabile solo per sistemi Android mediante invito. Permette di scatenarsi i titoli esclusivi di Xbox senza possedere materialmente una Xbox One o un computer specifico da gaming.

Già sono numerosissimi i feedback sui social di persone che stanno giocando con Project xCloud, che sembra avere un input lag davvero bassissimo. Quindi se ci basiamo sia sui test che alle recensioni degli utenti, sembra che il servizio di Microsoft sia molto più performante di quello di Google.

Purtroppo Project xCloud non è ancora provabile in Italia: è disponibile solo in USA, Canada e Regno Unito.  Nel corso del 2020, data da definirsi ufficialmente, Project xCloud sarà dunque disponibile anche su PC con Windows 10 e avrà tutti i titoli maggiori di Microsoft Game Studios. Inoltre, l’abbonamento a Xbox Game Pass permetterà l’accesso all’intero catalogo direttamente in streaming.

In pratica, coloro che sono abbonati a Xbox Game Pass hanno la fortuna di avere l’accesso gratuito a xCloud. Annunciato anche il supporto ai controller mediante Bluetooth, quindi si potranno utilizzare altri pad come DualShock 4. (link per l’acquisto)