Microsoft ha rivelato che sta pianificando di eliminare la sua app Cortana per iOS e Android a gennaio. Il produttore di software ha pubblicato un nuovo articolo di supporto per gli utenti Cortana nel Regno Unito, in Canada e in Australia che rivela che Cortana per iOS e Android sta scomparendo almeno in quei mercati. Microsoft ha inoltre confermato che l’app Cortana scomparirà nel Regno Unito, Australia, Germania, Messico, Cina, Spagna, Canada e India il 31 gennaio.

Cortana è parte integrante della nostra visione più ampia di portare la potenza dell’elaborazione conversazionale e della produttività a tutte le nostre piattaforme e dispositivi“, afferma un portavoce di Microsoft in una dichiarazione. “Per rendere Cortana il più utile possibile, stiamo integrando Cortana più a fondo nelle tue app per la produttività di Microsoft 365 e parte di questa evoluzione prevede la fine del supporto per l’app mobile Cortana su Android e iOS.

 

Microsoft: il fallimento di Cortana rispetto alle sue concorrenti

Non è chiaro per quanto ancora l’app Cortana per iOS e Android continuerà a funzionare negli Stati Uniti dopo il 31 gennaio. Un portavoce di Microsoft ci dice semplicemente che attualmente è ancora supportato negli Stati Uniti. La nota di supporto completa rivela inoltre che Cortana scomparirà dall’app Android Launcher di Microsoft dopo il 31 gennaio nei mercati interessati.

L’app Cortana di Microsoft viene inoltre utilizzata per configurare le impostazioni e aggiornare il firmware per dispositivi come Surface Headphones dell’azienda. Microsoft non ha menzionato come i proprietari di Surface Headphones nel Regno Unito e altrove continueranno ad accedere a queste funzionalità.

Microsoft ha originariamente lanciato Cortana per iOS e Android nel dicembre 2015 ed è stato originariamente progettato per collegare PC e telefoni Windows 10. Nonostante una grande riprogettazione, Microsoft non è riuscita a competere con altri assistenti digitali sul telefono e altrove. Il CEO di Microsoft Satya Nadella ha rivelato all’inizio di quest’anno che la società non vede più Cortana come concorrente di Alexa e Google Assistant.