Ecco di nuovo il famoso ma poco SMS, questo è il sogno di Google che ha lanciato un nuovo protocollo comunicativo denominato Rich Communication Services che modifica i vecchi SMS in un metodo di comunicazione moderno in grado di sfidare WhatsApp e Telegram; mediante questa tipologia di sms gli utenti potranno inviare contenuti multimediali come immagini, documenti e video.

L’acronimo RCS sta per “Rich Communication Services“. E’ un protocollo di comunicazione con funzionalità praticamente super simili a quelle delle app di messaggistica: possibilità di inviare file multimediali e la famosa spunta, anche la tanto temuta doppia spunta. A differenza delle app di messaggistica, però, questo protocollo è universale.

C’è da dire che questi SMS 2.0 hanno un grandissima pecca: implementano ora come ora, poca sicurezza. Google, infatti, non ha immesso la crittografia end-to-end, uno standard di sicurezza presente su tutte le applicazioni di messaggistica, anche su WhatsApp.

E proprio su questo punto l’azienda di Mountain View sta usando tutte le sue energie: l’obiettivo è trovare una soluzione prima del lancio definitivo. Se non verrà risolto questo problema, la caratteristica della privacy dell’utente sarebbe un pieno autogol e un altro fallimento di Google nel servizio della messaggistica istantanea.

Quindi da quanto abbiamo già capto, gli SMS Multimediali hanno elementi interattivi e si prestano a molteplici utilizzi:

  • Landing page
  • E-commerce 
  • Modalità link

Come fare per attivarli?  E’ sufficiente scaricare sul proprio smartphone Android l’applicazione “Messaggi” di Google e avviarla dopo il download.

In sostanza se Google riuscisse a portare a termine questo progetto con tutte le misure di sicurezza, sarebbe una vera rivoluzione per il messaggio.