google fi

Il colosso di Mountain View fa sul serio nel mercato della telefonia mobile e negli Stati Uniti si segnala che gli aeroporti dello Stato di New York hanno diversi distributori automatici di SIM Card a marchio Google Fi. Sebbene in Italia non sia ancora arrivato, alcuni rumor sostengono che Google sia pronto a sfidare Tim, Wind Tre e Vodafone.

Attualmente negli USA per circa 9 euro è possibile assicurarsi una SIM che può funzionare in 200 paesi del mondo (Italia compresa) con un roaming globale. Per chi non lo conoscesse, Google Fi è un operatore mobile virtuale attivo negli USA già da febbraio 2019, l’attuale scelta di effettuare un roaming in così tanti paesi è dovuta al fatto che Google si sta dedicando ai viaggiatori in partenza per destinazioni in tutto il mondo.

 

Google pronto a sfidare Tim, Wind, Tre e Vodafone

Il piano tariffario è piuttosto semplice e flessibile, con l’unica limitazione di dover attivare la SIM sul suolo americano prima di usarla in roaming. La tariffa si può pagare a consumo, con 9 euro di spesa per ogni Giga consumato in qualsiasi paese del mondo, oppure si può scegliere di abbonarsi mensilmente a un piano con tutto illimitato al costo di circa 72 euro.

In roaming si avrebbero fino a 22 GB di navigazione ad alta velocità, terminati i quali sarà ridotta ma non bloccata. Come anticipato implicitamente, chiamate e SMS saranno senza limiti anche dalle destinazioni internazionali in cui vi siete recati.

Per ora la scelta di Mountain View nel venire incontro ai viaggiatori assidui da e per il suolo americano sembra dimostrarsi vincente. Resta la curiosità del prossimo sbarco dell’operatore virtuale in Italia: TIM, Wind Tre e Vodafone sono già allertate.