antico-egitto

La storia dell’Antico Egitto è sicuramente uno degli argomenti più interessanti del nostro passato. Il popolo, le cui competenze ingegneristiche erano avanzatissime, ha avuto un ruolo fondamentale nel raggiungimento di una società moderna. Sono ancora tantissimi i segreti e le curiosità che emergono ancora oggi dagli studi degli archeologi, che spesso si imbattono in nuovi ritrovamenti che capovolgono completamente le nostre convinzioni.

Uno dei più grandi misteri dell’antico popolo egizio è la Piramide di Giza, l’imponente opera monumentale che ospita la tomba del Faraone Khufu, o Cheope secondo le traduzioni. Realizzata nel 2560 a.C si tratta di una dimostrazione di forza ed ingegneria senza precedenti, specialmente per il periodo storico. Recentemente ha molto fatto parlare di se una figura mummificata di gatto, studiata in Francia senza la necessità di aprirla.

Come poi non parlare della culla della vita per gli egizi, il Nilo. La sua formazione e la sua anzianità sono stati più volte disquisiti dagli storici, che recentemente avrebbero fatto una straordinaria scoperta. Sarebbe infatti molto più antico di quanto precedentemente immaginato e risalirebbe a ben 30 milioni di anni fa.

Antico Egitto: gli aneddoti e le curiosità sui Faraoni

Dallo scorrere di fiorente fiume nasce la storia dell’Antico Egitto. Il Nilo con la sua fertilità ha permesso ad un grande popolo di crescere e realizzare imprese che ancora oggi rimangono visibili a tutti. Il corso d’acqua origina dall’altipiani etiopi in seguito ad alcuni spostamenti della crosta terrestre e per 30 milioni di anni scorre indisturbato, subendo solo alcune piccole deviazioni. Il corso principale si è infatti mantenuto intatto, così come lo conosciamo anche oggi.

Questo ha permesso ai Faraoni come Cheope di guidare uno dei popoli più ricchi ed evoluti dell’antichità. Il mistero che ancora oggi ruota intorno alla costruzione della Piramide di Giza sconvolge gli archeologi. Come è stato possibile erigere una struttura di 146 metri di altezza e larga circa 203? Il peso complessivo delle pietre utilizzate sarebbe inoltre superiore ai 7 milioni di tonnellate.

La costruzione sarebbe stata possibile tramite una gigantesca rampa dalla larghezza di 3 metri, con una pendenza di 20 gradi. Questa, ritrovata nel sito di Hetnub, potrebbe effettivamente essere la chiave di volta per capire come venissero costruite le piramidi. La rampa si sarebbe poi estesa anche intorno al monumento stesso, consentendo di raggiungere i punti più in alto. Nel sito, probabilmente ancora sommersi dalla sabbia, sarebbero presenti alcuni disegni che raffigurerebbero e spiegherebbero precisamente i metodi utilizzati.