opera 65 batte google chrome

Dopo neanche un mese dall’aggiornamento sulla privacy e sulle prestazioni generali, ecco l’arrivo di Opera 65, il quale sarà un browser così efficace da oscurare definitivamente Google Chrome.

Il produttore norvegese Opera Software prosegue così il suo cammino nel solco dell’innovazione. E se ancora i numeri danno ampiamente ragione del successo di Chrome, Opera 65 può contare su una base di utenti fedele ed entusiasta. 

 

Opera 65 contro Google Chrome: le novità

Tra le novità in arrivo con la versione 65 del browser, scopriamo la modalità Easy per il blocco dei tracker: un tool davvero utile per proteggere la nostra privacy durante la navigazione. A livello pratico apparirà nella barra dell’indirizzo un’icona che mostra l’elenco completo dei servizo a cui è stata impedita la raccolta di informazioni. In questo modo è più semplice concedere o negare l’autorizzazione a farlo ai singoli siti Web, e secondo Opera Software ne giovano i tempi di caricamento delle pagine fino al 20% più veloci.

Sempre restando dalle parti della barra degli indirizzi scopriamo che tale sezione è stata completamente ridisegnata, così come previsto dal progetto di restyling iniziato in primavera con il rilascio della versione Reborn 3. I cambiamenti di primo impatto si riscontrano nella visualizzazione degli elementi all’interno del menu a tendina.

Infine Opera 65 offre anche un aggiornamento per la barra laterale dei preferiti, che si possono in questo caso aprire cliccando sull’icona a forma di cuore. Nella vista del pannello laterale si può facilmente modificare o eliminare i segnalibri e le cartelle, favoriti anche da un layout più semplice di quello del menu completo. Da ultimo, se desiderate avere più opzioni nella barra potete selezionare “Mostra la visualizzazione completa dei segnalibri“.