truffe banca unicredit sanpaolo BNL
Una serie di nuove
truffe telematiche sta colpendo centinaia di migliaia di conti correnti Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Anche se ultimamente i principali istituti bancari hanno migliorato i livelli di sicurezza, introducendo di fatto alcuni nuovi sistemi che garantiscono l’integrità dei dati personali dei correntisti, i truffatori continuano indisturbati nel loro operato.

Nel seguente caso, infatti, le truffe riguardano principalmente i dati che gli utenti rilasciano sui propri profili social. Ad oggi, quindi, le truffe che colpiscono i clienti delle suddette banche, assumono principalmente la forma del Phishing. Scopriamo di seguito maggiori dettagli e come difendersi da queste frodi.

Truffe Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL: ecco come difenderci

Negli ultimi mesi le tecniche di phishing utilizzate dai cyber criminali hanno raggiunto dei livelli molto elevati. Non a caso, infatti, gli utenti vengono colpiti dai truffatori attraverso delle finte email che, a prima vista, sono praticamente identiche a quelle inviate dalla propria banca.

Fortunatamente difendersi da queste truffe non è così difficile. Per farlo, infatti, bisognerà controllare i seguenti elementi che distinguono una mail di phishing da una reale:

  • Il primo elemento tra tutti è il mittente: quando si riceve una email è sempre buona cosa consultare chi l’ha inviata; in queste truffe gli indirizzi email assumono sembianze strane e sicuramente non ufficiali;
  • Il secondo elemento è costituito dall’oggetto: quando la email richiede di effettuare l’accesso e avverte gli utenti di problemi al loro conto o alla loro carta si tratta sempre di phishing; le banche non effettuano tali comunicazioni se non di persona;
  • Il terzo elemento è il corpo del testo vero e proprio: se questo presenta degli errori grammaticali, si tratterà senza ombra di dubbio di un tentativo di truffa.