smartphone-huawei-harmony-os-android-google

Nonostante il ban imposto da Trump per l’utilizzo di Google e del Play Service per gli smartphone di casa Huawei e Honor, i “vecchi” terminali del brand cinese si aggiornano, introducendo numerose features e funzioni che ne migliorano di molto l’esperienza d’uso. Arriva infatti per numerosi device (e non solo per i P30 e P30 Pro) l’interfaccia EMUI 10, basata su Android 10. E’ l’azienda cinese stessa a comunicarlo sul proprio blog, a dispetto di quanti pensino che i device della casa cinese non saranno più supportati. Infatti potete star tranquilli: i prodotti già commercializzati e certificati prima del famoso ban, continueranno ad essere supportati anche da Google stessa con nuovi update.

Huawei: le caratteristiche della EMUI 10

L’interfaccia EMUI si è fatta apprezzare negli anni per la sua semplicità d’utilizzo e la sua comodità. Di fatto, gli smartphone Huawei (e Honor) sono conosciuti anche per la stabilità del software, forse non proprio gradevole e alla moda, ma che fa girare bene qualsiasi device di qualunque fascia di prezzo. Con la nuova release, arrivata alla versione 10 però si rinnova anche graficamente con un pesante restyling che ha quel sentore di “Android 10”. Assomiglia moltissimo alla Samsung One UI, ma mantiene la sua anima Huawei nella completezza e stabilità del sistema.

Apprezzatissima dagli utenti anche la modalità “Ultra Memory” che permette un risparmio energico ottimizzato al massimo e una gestione della RAM più efficace. La moda del momento vuole anche una “Dark Mode” su tutto il device e che consente anche una visione più agevole del dispositivo nelle ore notturne, oltre ad un risparmio della batteria per tutti quei telefoni che hanno a bordo un pannello AMOLED.

Vediamo nel dettaglio la gamma di smartphone che si aggiornerà alla EMUI 10

Sicuramente c’è la recente gamma P30 (nelle sue tre varianti, Lite, Standard e Pro), la serie Mate 20 (Lite, Standard, Pro e X 5G), ma non solo; anche il recentissimo Nova 5T, che abbiamo recensito di recente e che ci ha convinto sotto diversi aspetti. Infine, anche i due P Smart 2019, sia il Plus che la variante “Z” riceveranno a breve l’aggiornamento. Come specificato più volte, il P30 e P30 Pro stanno per riceverlo in questi giorni, mentre il Mate 30 e 30 Pro non vedranno l’update per via dell’assenza dei Google Services.