Il diesel? Tenendo conto di molti fattori, per il clima ad oggi è meglio di un motore elettrico. Questo è quanto afferma l’Istituto Motori del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Si apre quindi una faida tra questi due mondi della circolazione ma tra poco arriverà l’idrogeno che potrebbe battere tutti.

Il Diesel contro elettrico: l’idrogeno è senza fine

Una vettura elettrica, come ben sappiamo non emette alcun gas nocivo quando è in cammino. L’osservazione si basa invece sui danni causati al clima. Attraverso le famosissime emissioni di gas ad effetto serra.

Le auto elettriche, come ben ormai sappiamo sono alimentate tramite batterie o tramite celle a combustione ad idrogeno e ossigeno. Ciò conferma un urgente cambiamento del sistema energetico e un gigante e massiccio spostamento all’elettrico che significherebbe portare la localizzazione delle sorgenti emissive di CO2 dai veicoli alle centrali.

In sostanza, se le auto elettriche non emettono nulla sulla strada, occorre pensare all’origine dell’energia. Ciò che è necessario è considerare l’intero ciclo di vita di un veicolo.

Studi indicano che, con le modalità attuali di produzione di energia elettrica media in Europa, le emissioni di CO2 globali di un veicolo elettrico e di uno a benzina sono simili.

Ma quindi l’elettrico conviene davvero? Per molti basterà aspettare il 2030 per passare alla vera rivoluzione. Il futuro dell’elettrico, dunque, sarebbe tutt’altro che roseo. Discorso completamente differente, invece, per l’idrogeno.

L’idrogeno è un carburante potenzialmente rivoluzionarioè inesauribile e non è inquinante. Quando è in utilizzato nel ciclo di combustione rilascia esclusivamente vapore acqueo, e BMW già sta pensando di immettere queste vetture su strada nel 2023.