Non molto tempo fa, Instagram ha deciso di rimuovere la sezione Segui Già dalla sua app, spesso utilizzata dagli utenti più gelosi come strumento attraverso il quale monitorare le attività del proprio partner. In questa sezione, infatti, venivano mostrati tutte le interazioni delle persone seguite con i Post e gli altri utenti di Instagram: like, commenti e follow.

Instagram, Like Patrol come strumento per stalkerizzare il proprio partner

Like Patrol si offriva come alternativa alla sezione Segui Già di Instagram, fornendo agli utenti un nuovo strumento attraverso cui controllare le attività di altre persone a loro insaputa. Un potentissimo e pericoloso strumento che i partner più gelosi potevano utilizzare per stalkerizzare il proprio ragazzo o la propria ragazza su Instagram.

L’app, infatti, inviava notifiche in tempo reale ogni qual volta un determinato utente lasciava un like o un commento ad una foto, o ancora quando cominciava a seguire un nuovo account. E non finisce qui! Like Patrol determinava anche il livello di appeal, di attrazione, appunto, dell’utente al quale si aveva lasciato un like, un commento o un follow. Il livello di appeal veniva calcolato da un algoritmo realizzato dallo stesso team di sviluppatori di Like Patrol.

L’app non è mai stata resa disponibile per Android, ma lo era, fino a qualche ora fa, per gli utenti Apple. Utilizziamo il passato, sì, perché fortunatamente il colosso di Cupertino ha deciso di rimuovere l’app dal suo Apple Store perché violava i termini di servizio.

“Siamo sicuri che la nostra app non violi alcuna policy di Apple e contiamo di fare appello a questa decisione. Se il nostro software va contro i termini allora anche Instagram è stato colpevole dal 2011 al 2019 con Segui già. Perché loro non sono stati cancellati dalla piattaforma?”, ha commentato Sergio Luis Quintero, founder di Like Patrol. Il fondatore ha poi dichiarato la sua intenzione nel rendere l’app Open Source e disponibile per chiunque nei prossimi giorni.