huawei-bonus-dipendenti-ban-usa-android
Dopo un periodo iniziale di dubbi e incertezze, Huawei sta ottenendo alcuni risultati utili, sopratutto sul mercato in Cina. La mancanza di tecnologie americane non si sente, grazie anche al supporto di aziende come ARM e TSMC, che continueranno a collaborare con la società cinese nonostante il clima di tensione tra le parti.

Ma anche la propria forza lavoro sta svolgendo un ruolo fondamentale nella “ricerca dell’indipendenza”. In particolare, parliamo dei settori chiave per la ricerca e lo sviluppo della società. Proprio per questo, il gigante cinese ha deciso di istituire grandi incentivi economici per incoraggiare i suoi indipendenti a non farsi scoraggiare dal ban degli Stati Uniti.

Huawei investe in ricerca e sviluppo

Come riferito, i dipendenti Huawei saranno in grado di beneficiare del raddoppio della retribuzione per il mese corrente. Non poco, dato che l’azienda ha qualcosa come 190.000 dipendenti. Inoltre, gli incentivi includono anche 2 miliardi di yuan, che sono circa 285 milioni di dollari.

Questi ultimi bonus, tuttavia, non saranno per tutti i dipendenti. Secondo una fonte, riguarderebbero i dipendenti del settore ricerca e sviluppo. Insieme al team di sviluppo software e HiSilicon, è la filiale responsabile della produzione di chipset Huawei.

Dunque, viste le alte vendite in Cina, la società ha pensato di assegnare parte della crescita dei ricavi ai propri dipendenti. “Anche se i numeri sono molto buoni quest’anno, i nostri capi sono preoccupati che il prossimo anno affronteremo sfide ancora più grandi”, ha affermato un dipendente che lavora nel settore consumer di Huawei. Tuttavia, sembra che la società sia preoccupata per le vendite nel mercato estero.