Honor, produttore cinese immette nel mercato il suo Honor 9X. E’ definito come un evoluzione dell’Honor View 10 Lite. Convincono colore, fotocamera e una batteria che permette di arrivare con un medio utilizzo, tranquillamente a fine giornata.

Honor 9X: prestazioni e prezzo

Honor 9X si presenta come un medio gamma per chi cerca completezza senza spendere cifre esagerate. Si parte con 4000 mAh e la nuova porta Type-C; la versione 4 Gigabyte di RAM e 128 Gigabyte di memoria interna espandibile costerà 299 euro. 

L’aspetto dell’Honor 9X risulta curato e gradevole, molto in linea con le tendenze più attuali e la nanolitografia Dynamic X Design. Solamente due le colorazioni disponibili: Midnight Black e Sapphire Blue.

Sul lato sinistro del telefono troviamo il pulsante di accensione e volume, mentre sulla parte posteriore è stato posto il sensore biometrico per le impronte digitali. Frontalmente è caratterizzato dal grande display IPS LCD da 6,59 pollici con risoluzione Full-HD+ (2340 x 1080 pixel).

Sul retro, troviamo un sistema a tripla fotocamera, con sensore principale da 48 Megapixel (f/1.8), sensore grandangolare da 8 Megapixel (f/2.4) e un terzo da 2 Megapixel (f/2.4) sfruttato per la modalità Ritratto. Davanti, anche se ovviamente nascosta è presente la selfie camera pop-up da 16MP.

Non potevano mancare in un device come questo importanti e sofisticati algoritmi AI di supporto al comparto fotografico, la modalità AIS Super Night Mode per foto di eccellente qualità anche in ambienti con poca illuminazione e l’inclusione di una Super Wide Angle Camera a 120° per catturare ogni singolo dettaglio in una singola foto.

Notifichiamo però che, per impostazione predefinita, le foto scattate sono da 12 e non da 48 Mpixel, opzione comunque che è possibile cambiare manualmente nelle opzioni.