Canone Rai

Nel Web circolano sempre nuove truffe e in questo periodo ne starebbero arrivando diverse anche relative ad un finto rimborso per il pagamento del Canone Rai, una delle tasse più odiate dagli italiani dopo il bollo auto. Ovviamente ve lo diciamo subito: si tratta di una frode in piena regola in quanto la Rai non ha mai autorizzato il rimborso per l’imposta ne tanto meno sembra che abbia intenzione di eliminare la tassa a breve.

La mail che avverte gli utenti del rimborso del canone arriva sempre in seguito ad una richiesta da parte dell’interessato all’Agenzia delle Entrate, e sicuramente non per mezzo mail. Gli enti non inviano mai comunicazioni importanti dove chiedono di inserire i propri dati bancari e personali per mezzo mail o sms. 

Al momento infatti, l’esenzione è riservata soltanto ad alcune categorie di persone o di gruppi ben specifici. Oppure semplicemente, basta fare richiesta mediante l’apposito form scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate, con appuntamento in sede.

Canone Rai: ecco chi può richiedere l’esenzione

Per chiunque non volesse pagare più il canone, basterà quindi seguire questa procedura. Innanzitutto bisogna dichiarare di non possedere un apparecchio televisivo o un’antenna che ne consenta la ricezione dei canali. In seguito, bisognerà compilare il form scaricabile dal link sopracitato e consegnarlo alla sede locale dell’Agenzia delle Entrate.

Oltre a questo modulo, indichiamo di seguito le categorie di utenti che sono esenti a priori dal pagamento dell’imposta: in primis abbiamo gli anziani con età uguale o superiore a 75 anni di età e con un reddito annuo non superiore a 6713,98 Euro.

Gli altri gruppi di persone che possono non pagare la tassa sono gli enti problematici, i funzionari o impiegati del consolato italiano, i funzionari delle organizzazioni internazionali, oppure ancora, tutti coloro che sono militari con cittadinanza non italiana e/o che fanno parte dei civili non residenti in Italia e con cittadinanza non italiana, che appartengono però alle forze armate dell’organizzazione NATO.