truffe Unicredit BNL SanPaolo pagamenti contactless

Delle nuove truffe molto pericolose stanno colpendo i conti correnti di centinaia di migliaia di clienti Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Nonostante negli ultimi mesi tutti i principali istituti bancari si siano adattati ai più recenti standard di sicurezza, introducendo di fatto dei nuovi sistemi che garantiscono l’integrità dei dati personali dei correntisti, l’operato dei truffatori digitali non conosce mai una fine.

In questo caso le truffe si basano principalmente sui dati che gli utenti divulgano in maniera errata all’interno del mondo del web. Ad oggi, infatti, le truffe che trovano maggiore riscontro tra i clienti degli istituti bancari sopra citati, assumono la forma del Phishing. Scopriamo di seguito maggiori dettagli sulle tecniche da utilizzare per difendersi.

Truffe ai danni dei correntisti Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL: scopriamo come difenderci

Negli ultimi mesi il Phishing risulta essere la modalità di truffa maggiormente usata dai Cyber criminali di tutto il mondo. Quest’ultimo colpisce gli utenti attraverso delle email acchiappa click al cui interno sono presenti dei messaggi molto simili a quelli inviati dalla propria banca.

Difendersi da queste truffe, quindi, non è poi così difficile. Per farlo, infatti, bisogna tenere traccia dei seguenti elementi che distinguono una mail Fishing da una originale:

  • Il primo elemento tra tutti è il mittente: quando si riceve una email è sempre buona cosa consultare chi l’ha inviata; in queste truffe gli indirizzi email assumono sembianze strane e sicuramente non ufficiali;
  • Il secondo elemento è costituito dall’oggetto: quando la email richiede di effettuare l’accesso e avverte gli utenti di problemi al loro conto o alla loro carta si tratta sempre di phishing; le banche non effettuano tali comunicazioni se non di persona;
  • Il terzo elemento è il corpo del testo vero e proprio: se questo presenta degli errori grammaticali, si tratterà senza ombra di dubbio di un tentativo di truffa.