postepayLe Postepay sono messe in serio pericolo dalle nuove e continue truffe che puntano a tutti gli effetti a carpire i dati sensibili degli utenti che quotidianamente utilizzano la carta ricaricabile per le proprie spese. I rischi sono altissimi, per questo motivo Poste Italiane ha pensato di lanciare un nuovo servizio con il quale avvertire il cliente di spese non desiderate.

Il problema ruota interamente attorno al cosiddetto phishing, ovvero all’invio di messaggi di posta elettronica fasulli con mittente fittizio o falso, con i quali il malvivente cerca di indurre il consumatore a premere un link interno di collegamento ad un sito internet memorizzato su un server sconosciuto. Nel corpo del testo, ovvero nella mail, si trovano sempre parole/frasi allarmanti atte proprio a spaventare l’incauto utente; è chiaro che assecondando il messaggio testuale verrà richiesto l’inserimento dei dati sensibili, con il conseguente furto completo degli stessi, l’accesso al conto corrente e lo svuotamento da ogni suo elemento.

 

PostePay: ecco la soluzione contro il phishing

Per cercare di limitare al massimo i furti d’identità e la clonazione delle carte, Poste Italiane ha recentemente introdotto il servizio di SMS alert. Questi consiste nell’invio di messaggi testuali tutte le volte che viene registrata una spesa con la carta ricaricabile in oggetto, sia essa effettuata in negozio, online o semplicemente un prelievo presso un ATM.

Il servizio è veramente utile, già presente presso i vari istituti di credito, non impedirà il furto dei dati, ma sicuramente riuscirà a limitare i danni che questo potrà compiere.