Spesso i sistemi operativi, si sa, non sono perfetti. Accade che possano presentare dei bug e dei difetti anche dopo il rilascio della versione stabile, e non solo “Beta“. Gli ultimi rumors parlano proprio di notevoli problemi al software di casa Microsoft, Windows 10. Ma sono solo indiscrezioni o vi è qualcosa di concreto sotto?

Da qualche mese gli update rilasciati dal colosso di Redmond hanno fatto più danni che altro. Hanno portato al blocco dei singoli pc e le release ufficiali non hanno fatto altro che causare rallentamenti sporadici e perfino blocchi delle connessioni.

Niente paura però: al momento sembra che gli sviluppatori stiano per rilasciare un grande update che si pensi possa risolvere i problemi emersi dopo gli aggiornamenti fallati di Settembre e Ottobre 2019.

Windows 10: se possibile, effettuate un downgrade del sistema

Gli aggiornamenti rilasciati sono identificati con dei codici specifici. Semplicemente scavando a fondo nei changelog e nelle impostazioni degli update, gli sviluppatori hanno individuato le patch fallate. Nello specifico parliamo dell’update KB4512941 e di KB4515384.

Attraverso il primo, accadeva un blocco alle connessioni: “Cortana”, “Remote Desktop” e Sandbox, il tutto con un sovraccarico del sistema del 40% senza effettuare operazioni di alcun tipo. Con il secondo aggiornamento invece, le prestazioni sono calate fino ad avere una minor sicurezza nei computer con 32 bit.

Il nostro consiglio è quello di non installare gli aggiornamenti sopracitati e di aspettare un nuovo update che sistemi il tutto. Se invece avete già installato le release, vi consigliamo di effettuare il downgrade del sistema operativo.