La leadership di Twitter ha reso l’obiettivo degli ultimi anni di essere più trasparente sul suo processo decisionale e di fornire mappe stradali più dettagliate per quando nuove funzionalità e altri grandi cambiamenti arrivano sulla piattaforma.

Con questo spirito, Dantley Davis, vicepresidente del design e della ricerca di Twitter, ieri sera ha pubblicato un elenco di funzionalità che afferma di essere entusiasta di “esplorare” nel 2020. Includono alcuni cambiamenti fondamentali sul funzionamento di Twitter, in particolare su come funziona il retweet e quanto liberamente gli utenti sono in grado di attirare gli altri nelle loro conversazioni con o senza il loro permesso.

Mentre Davis afferma che “non vede l’ora di” queste funzionalità in arrivo nel 2020, non le sta ufficialmente annunciando. Davis dice che sono solo “idee che stiamo esplorando” e suggerisce che potrebbero non realizzarsi tutte.

Le funzioni menzionate sono idee che stiamo esplorando: esplorazioni e sperimentazioni sono sempre state parte del nostro processo. Avremo altro da condividere se dovessimo decidere di andare avanti con qualcuno di loro “, scrive un portavoce, facendo eco a un tweet di follow-up di Davis in cui si riferiva a loro come “idee che è entusiasta di esplorare”.

 

Twitter: la sperimentazione è partita con la riduzione degli effetti negativi del bottone “retweet”

Due di queste idee spiccano, però. La prima è la possibilità di disabilitare un retweet sul tuo tweet. Ciò potrebbe aiutare a prevenirne la diffusione su tutta la più ampia rete Twitter, nel caso in cui tu sia preoccupato che persone maligne o altri cattivi attori vogliano segnalarlo come un modo per indirizzare l’attenzione negativa sulla tua strada. In altre parole, è una funzione anti-molestie.

A meno di rendere privato il tuo account, che potrebbe non essere nel tuo interesse se sei un individuo rivolto al pubblico (come un giornalista o un artista) o un personaggio pubblico in buona fede, questo può essere uno strumento utile per aiutare a smussare la diffusione virale di un tweet che ritieni venga interpretato in modo errato o esercitato contro di te per ragioni non correlate al contenuto effettivo del messaggio.

L’altra caratteristica menzionata da Davis che è particolarmente degna di nota è la possibilità di impedire ad altri utenti di menzionarti senza la tua autorizzazione. Ciò potrebbe anche cambiare radicalmente il funzionamento di Twitter, Potrebbe non esserti più permesso di taggare le persone in thread senza ottenere la loro espressa approvazione in anticipo. Ancora una volta, assomiglia molto a una funzione anti-molestie.