Truffe Unicredit, Intesa Sanpaolo bnl

Nuove truffe colpiscono i conti correntisti appartenenti agli istituti bancari Intesa SanPaolo, Unicredit e BNL portando qualche dubbio nelle loro menti. L’operato dei cybercriminali non conosce mai una fine e, infatti, le ultime settimane sembrano essere state molto prospicue sotto il loro punto di vista. Per fortuna ogni istituto bancario ha attivo diversi sistemi di sicurezza che garantiscono l’incolumità dei conti correnti e delle home banking, ma nonostante ciò se alcuni dati personali vengono divulgati, questi ultimi potrebbero essere utilizzati per secondi fini e in altre occasioni. Le truffe più diffuse attualmente assumono la forma del phishing: scopriamo come è possibile difendersi.

Truffe ai clienti Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL: ecco come difendersi

Il phishing è una modalità di truffa che avviene attraverso posta elettronica ossia email. Grazie a questi messaggi i criminali del web cercano di imitare le comunicazioni ufficiali degli istituti bancari per trarre in inganno le vittime e collezionare i loro dati personali più intimi.

Le email phishing contengono al loro interno degli elementi distintivi che, senza ombra di dubbio, possono aiutare chi le riceve a identificare subito le truffe:

  • Il primo elemento tra tutti è il mittente: quando si riceve una email è sempre buona cosa consultare chi l’ha inviata; in queste truffe gli indirizzi email assumono sembianze strane e sicuramente non ufficiali;
  • Il secondo elemento è costituito dall’oggetto: quando la email richiede di effettuare l’accesso e avverte gli utenti di problemi al loro conto o alla loro carta si tratta sempre di phishing; le banche non effettuano tali comunicazioni se non di persona;
  • Il terzo elemento è il corpo del testo vero e proprio: se questo presenta degli errori grammaticali, si tratterà senza ombra di dubbio di un tentativo di truffa.