whatsapp tradimento

Se tramite Whatsapp avete il sospetto che il vostro partner vi tradisca, allora l’app può rivelarsi un ottimo strumento per scoprire mariti e mogli fedifraghe. Se già conoscete dei modi per scoprire il tradimento sulla nota piattaforma di messaggistica istantanea, sappiate però che ne esistono alcuni che non sono del tutto legali.

Tuttavia all’occorrenza è bene saperne di più, non si sa mai. Cominciamo.

WhatsApp: ecco 3 modi per scoprire i tradimenti

La pratica di non lasciare traccia di un tradimento non è proprio cosa semplice su Whatsapp, poiché ha diverse vie per mettere in fallo il vostro partner quando archiviare o cancellare una chat pericolosa sia la soluzione per non essere scoperti. Quello che si vuole nascondere in realtà può essere estratto dal cellulare mediante appositi software.

Anche le note vocali sono pericolose, soprattutto se la nostra gelosia ci spinge a ingaggiare un’agenzia investigativa per mettere sotto controllo il vostro smartphone. Se anche non è del tutto legale, potremmo spiare tramite una cimice nel cellulare o con un’attenta operazione di hackeraggio software il nostro partner.

L’unico modo reale per non scoprire il tradimento su WhatsApp è scaricare un’app che consenta d’impostare una password. Ovviamente, però, saremmo i primi a insospettirci se il nostro partner facesse una cosa del genere.

 

Chiamate, videochiamate e note audio

Per quanto riguarda chiamate, videochiamate e note vocali, sebbene non potete conoscere il contenuto di quanto detto, potete consultare i log di registro. Se anche il vostro partner li cancellasse subito dopo avere fatto le chiamate, lui o lei sarebbero al sicuro ma di certo il sospetto aumenterebbe a dismisura.

Più facile è la questione delle note audio, poiché sono archiviate tutte per data in una specifica cartella dell’app che potete recuperare facilmente navigando nello smartphone. Poiché sono archiviate in qualche meandro di Whatsapp alla stregua dei massaggi scritti, le note audio possono essere recuperate facilmente.

 

Utilizzo dei dati e Whatsapp Web

Tutte le operazioni più frequenti sulla chat sono registrate in una cartella “traffico dati”, quindi se volete conoscere con chi chatta più spesso il partner basta cliccare in alto a destra su Impostazioni –> Utilizzo dati e archivio e qui controllare i dati delle persone con cui ha scambiato più messaggi e file.

Gli audio, foto e video che si scambiano via WhatsApp rimangono salvati nell’archivio del tuo smartphone. Controllate bene nelle cartelle interne all’app, perché alcuni contenuti compromettenti potrebbero essere pronti per l’estrazione.

Anche WhatsApp Web è un ottimo strumento anti tradimento, perché se il partner dimentica di scollegare l’accoppiamento dell’app al computer, potreste accedere tranquillamente e scoprire i suoi segreti.