TikTok, la piattaforma di social media cinese esplosivamente popolare, potrebbe avvicinarsi ai limiti superiori della sua popolarità globale. La piattaforma è stata lanciata nel 2016 come app di sincronizzazione labiale chiamata Musical.ly prima di essere acquisita da ByteDance, ora la startup più preziosa al mondo. Dopo un lancio internazionale nel 2017 e un rebranding ufficiale, TikTok da allora si è trasformato in un ibrido unico da qualche parte tra Vine e YouTube che ha catturato lo spirito culturale tra i proprietari di smartphone adolescenti in modo senza precedenti.

Nei due anni e mezzo dal suo lancio al di fuori della Cina, TikTok ha visto una crescita sorprendente, aggiungendo oltre 500 milioni di utenti finora quest’anno e chiudendo su 1,5 miliardi di utenti in totale. Ma secondo i nuovi dati della società di analisi mobile SensorTower, TikTok ha subito il suo primo rallentamento della crescita su base trimestrale.

TikTok: il suo progressivo rallentamento nonostante l’enorme crescita

Il numero di download per la prima volta nel trimestre conclusosi il 30 settembre è ammontato a 177 milioni, con un calo del quattro percento rispetto a questo periodo di un anno fa. Quel calo della crescita degli utenti potrebbe essere correlato a un calo della spesa pubblicitaria di Facebook, riferisce Bloomberg. TikTok ha guadagnato gran parte dei suoi nuovi utenti negli Stati Uniti pubblicizzando se stesso utilizzando annunci per l’installazione di app su Facebook, ma non sta spendendo tanto come una volta. La crescita della sua base di utenti negli Stati Uniti è rallentata notevolmente di conseguenza.

Mentre TikTok rimane un fenomeno globale, il rallentamento della crescita degli utenti in aggiunta alle crescenti sfide dei legislatori e alle critiche dei concorrenti, tra cui il CEO di Facebook Mark Zuckerberg, potrebbe rivelarsi un ostacolo nel continuo acquisizione del panorama dei social media da parte di ByteDance.