trucchi per tradire su whatsapp

Se l’infedeltà coniugale o di coppia non conosce crisi, il pericolo di essere smascherati nell’uso delle moderne modalità di comunicazione è sempre dietro l’angolo. Una delle chat più usate come Whatsapp è teatro delle peggiori cause di separazione in tribunale, laddove le chat incriminate vengono portate come prova a carico.

Ma è possibile tradire via WhatsApp senza essere scoperti? Certo che sì, ma le precauzioni da prendere sono molte e per questo le riassumiamo in questo articolo in aiuto a tutte le donne e uomini fedifraghi.

Detto che la chat di per sé è sicura grazie alla crittografia end-to-end, ciò non toglie che si possa prendere possesso dello smartphone e svelare i vostri segreti. Pertanto se non volete essere preda della curiosità di mogli e mariti gelosi, meglio conoscere dapprima come si potrebbe essere smascherati.

 

Whatsapp: per tradire senza essere scoperti non lasciate traccia

La pratica di non lasciare traccia del proprio tradimento potrebbe sembrare banale, ma vi assicuriamo che Whatsapp ha diverse vie per metterci in fallo soprattutto se pensiamo che archiviare o cancellare una chat pericolosa sia la soluzione per non essere scoperti. Al contrario le chat archiviate o cancellate possono essere estratte dal cellulare mediante appositi software.

Poiché facciamo sempre più uso delle note vocali al posto della scrittura, un partner particolarmente geloso potrebbe affidarsi ad un’agenzia investigativa per mettere sotto controllo il vostro smartphone. Potreste essere spiati o tramite una cimice nel cellulare o con un’attenta operazione di hackeraggio software.

Se avete capito che utilizzare il sistema dell’archiviazione o cancellazione di una chat è deleterio, l’unico modo reale per non far scoprire il tradimento su WhatsApp è scaricare un’app che consenta d’impostare una password. Ovviamente, la chiusura dell’app desterà fortissimi sospetti e non vi auguriamo di affidarvi a questo unico sistema.

 

Chiamate, videochiamate e note audio

Per quanto riguarda le chiamate, le videochiamate e le note vocali, il consiglio è di utilizzarle raramente. È vero che le chiamate audio e video sono più sicure dei messaggi, visto che il partner geloso non può conoscere il contenuto di quanto detto, ma il sospetto dei log delle chiamate potrebbe portarvi a subire un’intercettazione. Tuttavia, un buon metodo per stare sereni è cancellare i log delle chiamate via WhatsApp subito dopo averle fatte, poiché in questo caso l’app non prevede l’archiviazione o la permanenza in qualche registro.

Più complicata la questione delle note audio, poiché sono archiviate tutte per data in una specifica cartella dell’app che potete recuperare facilmente navigando nel vostro smartphone. Ma il problema resta, poiché sono archiviate in qualche meandro di Whatsapp alla stregua dei messaggi scritti, quindi fatene un uso parsimonioso. 

 

Utilizzo dei dati e Whatsapp Web

WhatsApp registra tutte le operazioni più frequenti in una sezione dedicata al traffico dati, quindi se non volete far conoscere con chi chattate più spesso basta cliccare in alto a destra su Impostazioni –> Utilizzo dati e archivio e qui cancellare i dati delle persone con cui hai scambiato più messaggi e file.

Ricordo ancora che audio, foto e video che scambi via WhatsApp, anche se eliminati dalla chat, potrebbero rimanere salvati nell’archivio del tuo smartphone. Controlla bene nelle cartelle interne all’app, perché alcuni contenuti compromettenti potrebbero ancora essere pronti per essere estratti.

Se utilizzi spesso il computer per lavoro con WhatsApp Web collegato, meglio non dimenticare di scollegare l’accoppiamento dell’app al computer, poiché il partner potrebbe accedervi tranquillamente e scoprirvi. Per evitare ciò ricorda di cliccare la voce Disconnetti Whatsapp da tutti i dispositivi.