Mediante un comunicato stampa, l’Associazione Italiana Editori (AIE) e la FAPAV (Federazione per la tutela dei contenuti audiovisivi e multimediali) è stato sapere che le istanze presentate dai titolari dei diritti nei confronti di TNT Village, una delle principali piattaforme italiane di condivisione di file sharing, sono state totalmente accettate dal Tribunale di Milano che, tramite ordinanza giudiziaria, ha bloccato il sito alla pubblicazione di opere coperte da copyright.

TNT Village: dopo la chiusura l’ennesima stangata

Gli Associati di AIE e di FAPAV avevano infatti avviato un’azione giudiziaria civile nei confronti di TNT conosciuto per la condivisione illegale di opere protette, con oltre 100 mila contenuti disponibili tra libri, film, serie tv ed e-book. Nella successiva fase, la sezione Diritto d’Impresa del Tribunale di Milano, ha ordinato lo stop delle attività di file sharing di TNT Village, accettando totalmente le richieste dei titolari dei diritti.

A distanza di due mesi esatti dalla chiusura del sito dunque arriva una nuova ferita, che rende ancora più difficile l’eventuale riapertura in tempi rapidi del sito. È bene specificare però che il pieno accoglimento delle istanze cautelari delle associazioni di categoria non rappresenta un giudizio definitivo sull’attività di TNT Village, visto che non è ancora stata emessa alcuna sentenza.