offerte Iliad TIM Wind Tre VodafoneIl crollo del mercato telefonico si è abbattuto contro TIM, Wind, Tre e Vodafone a causa del cosiddetto effetto Iliad. Una nuova ondata di trasparenza tariffaria e di convenienza nel rapporto contenuti/prezzo ha fatto registrare una importante contrazione finanziaria a danno delle major storiche del mercato promo.

Gli utenti che nell’ultimo anno hanno deciso di scegliere il gestore francese hanno preso la ferrea decisione di dire basta aumenti e rimodulazioni. Chi si trova con uno degli operatori più famosi può sempre cambiare idea per passare ad un piano e ad un gestore più conveniente. Si sono fatte delle stime per quelle che sono le perdite economiche degli ultimi nove anni. Il desiderio di rivalersi sugli utenti non sta funzionando mentre gli operatori sono disperati. Ecco cosa sta succedendo.

 

Mercato telefonico in crisi: festeggia solo Iliad con TIM, Wind, Tre e Vodafone costrette a rincorrere un guadagno che non c’è

La vittoria di Iliad è stata decretata dal nuovo atteggiamento e dai servizi gratuiti messi a disposizione di tutti. Le perdite per i rivali sono consistenti e si sono via via intensificate con l’arrivo del nuovo provider francese. In poco meno di un decennio si sono calcolati 11 miliardi di euro in meno per le tasche dei grandi fornitori di servizi telefonici. Si tratta di un quarto del fatturato maturato negli anni precedenti.

Gli equilibri si sono sfaldati concedendo più spazio di manovra agli utenti e quindi più scelta nel contesto dei piani e delle promozioni. Ognuno di noi ottiene soluzioni personalizzate che vanno dall’uso delle sole chiamate con SMS alle tariffe piene di Giga con forti incentivi al passaggio da un operatore all’altro causa prezzi sempre più bassi e fissi. Come andrà a finire nei prossimi anni, quando Iliad deciderà di estendere la portata d’azione verso il mercato delle offerte residenziali?