truffa call center tunisiaAlcuni inconsapevoli utenti hanno scoperto loro malgrado due Call Center pericolosi che riescono a svuotare il credito velocemente con un metodo subdolo. Le ultime segnalazioni per la truffa sono partite dall’Italia per telefonate inoltrate da numeri con prefisso +216. Fanno capo ad un giro di server allocati in Tunisia. Il credito non viene prosciugato a causa delle chiamate internazionali che possono diventare costose. C’è un tranello in cui tanti stanno cascando e che azzera il saldo dei conti. Ecco cosa succede e come ci si difende.

 

Chiamate dalla Tunisia: questi due Call Center ci truffano in modo spietato

La nuova frode telematica si svolge in due fasi. La prima prevede uno semplice squillo muto che basta per notificare la chiamata persa all’utente contattato. Preso dalla curiosità di scoprire di chi si possa trattare, il destinatario della chiamata prova a richiamare il numero attivando inconsciamente il raggiro preventivato. Ci si collega ad un server sospetto che cambia riferimenti di volta in volta per non essere individuato. Si arriva a perdere decine di euro a settimana per abbonamenti indesiderati difficili da eliminare.

In particolare sono stati trovati alcuni numeri sospetti che sono poi spariti per lasciare spazio ad ulteriori contatti in continuo cambiamento. I numeri potrebbero provenire anche dalla Moldavia. Questi due sono sicuramente contraffatti:

  • +216 28 915 036
  • +216 28 914 685

Si tratta della nuova tecnica del ping call che azzera il credito SIM di chi cerca di stabilire un contatto con il numero che ha chiamato. Gli addebiti sono importanti in ogni caso. La modalità di difesa passa per un’opera di prevenzione con l’inserimento in Black List dei numeri. Se si attiva la truffa è difficile uscirne e si devono scomodare le autorità della Polizia Postale. In ogni caso è bene non rispondere mai. Puliamo il registro dopo aver bloccato il contatto.