3G addio

Il famoso Internet of Things è alle porte: tra soli pochi mesi gli utenti che tanto lo hanno atteso potranno finalmente testare tutto ciò di cui si è sentito parlare nel corso dei mesi passati e navigare a velocità mai testate prima d’ora. A partire dai primi mesi del 2020, infatti, le antenne del 5G verranno finalmente attivate consentendo alla connessione di viaggiare dal Nord al Sud della penisola italiana. Insieme a tutte queste belle notizie, però, ve ne sono alcune anche negative come lo spegnimento di alcuni vecchi standard. Un esempio lampante? Il futuro che attende il caro e vecchio 3G.

Il 3G potrà essere spento a causa dell’arrivo del 5G: ecco cosa sappiamo

Sebbene siano ancora delle voci di corridoio, il vecchio 3G potrebbe essere presto spento a causa degli elevati costi sostenuti da TIM, Wind Tre e Vodafone.

Come rinomato, per l’acquisto e l’avanzamento del 5G sul territorio italiano, ogni operatore telefonico ha sostenuto costi elevati che se raggruppati toccano un totale di circa 6 miliardi di euro. Stando a maggiori voci di corridoio, quindi, sarebbero diverse le volontà di spegnere il 3G così da evitare un’aggiuntivo sperpero di denaro. Ovviamente se tutto cio si rivelerà veritiero, il cambiamento non avverrà da un giorno all’altro ma sarà graduale così da consentire agli utenti di abituarsi e trovare eventuali soluzioni.

Concludiamo con l’informare i nostri lettori che al momento nulla è certo e che quindi il 3G continuerà ad essere operativo accanto al 4G e al futuro Internet of Things.