come-registrare-chiamate-da-smartphone-Android

Capita spesso di aver bisogno di riascoltare una determinata conversazione in un secondo momento rispetto a quando si è svolta. Per questo motivo, può risultare utile sfruttare strumenti per registrare le telefonate, in maniera tale da conservarne una copia per il futuro e potervi dare fondo in caso di necessità.

Registrare le chiamate è possibile, ma prima di spiegarvi come si potrebbe fare, è necessario prima fare qualche precisazione.

Per legge, infatti, benché sia effettivamente consentito riportare in formato digitale una conversazione svoltasi telefonicamente, è necessario che l’interlocutore sia consapevole della registrazione in corso e sia consenziente verso questa pratica. Un po’ ciò che avviene quando i call center – degli operatori Tim, Vodafone, Wind, Tre o di altri servizi di assistenza – avvisano il chiamante che si sta per procedere al recording della telefonata, onde utilizzarla per garanzie legali e sicurezza. Qualora questa “informativa” dovesse essere omessa, si potrebbe incorrere in gravi sanzioni pecuniarie.

In aggiunta, anche la divulgazione del medesimo file audio, legalmente, dovrebbe ricevere il consenso della persona che stava dall’altra parte della cornetta. In caso contrario, non è assolutamente consentito condividere la registrazione in alcun modo.

Fatte queste premesse, andiamo a vedere quali strategie utilizzare per registrare le chiamate.

Registrare le telefonate: ecco gli strumenti da utilizzare

Non esistendo uno strumento intrinseco nei sistemi operativi iOS o Android che consenta di procedere con questa operazione, è necessario affidarsi ad applicazioni sviluppate da terzi scaricabili dai digital store. Per affidabilità, feedback positivo dagli utenti e garanzia nel servizio, ci sentiamo di suggerirne tre: Call RecorderRegistratore di chiamate Cube Call Recorder ACR.

Queste app risultano completamente gratuite. Le prime due, Call Recorder e Registratore di chiamate, consentono di registrare tutte le chiamate dai numeri Tim, Wind, Iliad, Tre, Vodafone e MVNO mentre l’ultima, Cube Call Recorder ACR, permette di registrare anche le chiamate effettuate tramite Whatsapp e Telegram.