postepayNuove truffe hanno colpito i conti correnti degli utenti in possesso di una PostePay, in tantissimi hanno segnalato la ricezione di messaggi di posta elettronica truffaldini in cui i malviventi cercavano di rubare i dati sensibili.

Il phishing è una piaga di cui potremmo fare benissimo a meno, ma che purtroppo difficilmente ci abbandonerà in tempi brevi. Ogni giorno registriamo segnalazioni da parte di migliaia di utenti in Italia e nel mondo, tra i più colpiti troviamo sicuramente i clienti di PostePay.

Il meccanismo alla base della truffa resta sostanzialmente sempre lo stesso, viene ricevuto un messaggio di posta elettronica con mittente ipotetico Poste Italiane, nel quale si invita il consumatore a premere un link interno per riattivare il proprio account, o più semplicemente re-impostare la password in quanto è stato registrato un ipotetico accesso non desiderato.

La truffa è palese, ma molti ancora purtroppo cadono nella rete, inserendo i dati andreste a consegnarli direttamente nelle mani dei malviventi, provocando di conseguenza la perdita di tutte le vostre informazioni personali.

 

PostePay e truffe: ecco come fare per difendersi

L’unica cosa che dovete fare è provvedere alla cancellazione del messaggio, e se volete dare una mano correte ad avvisare Poste Italiane della problematica riscontrata. Non premete mai o non inserite i dati sensibili nella pagina linkata.

L’azienda ha recentemente attivato un servizio a pagamento, chiamato SMS alert, tramite il quale potete ricevere un messaggio tutte le volte che viene registrata una spesa con la vostra carta ricaricabile. Non può tornare utile per evitare il furto dei dati, ma comunque è importante per cercare di scoprirlo subito.