pentagono UFO alieni

Clamorosa ammissione degli Stati Uniti in materia di UFO attraverso la loro struttura governativa più rappresentativa: il Pentagono ha finalmente confermato che da sempre indaga sugli oggetti non identificati afferenti agli extraterrestri attraverso il programma segreto Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP).

Una notizia che farà arrabbiare un bel po’ di testimoni di avvistamenti in 50 anni, compresi i numerosi piloti di caccia supersonici costretti al segreto per tutti questi anni.

 

Alieni: il Pentagono ammette di stare indagando su fenomeni UFO

Dalle colonne del celebre New York Post, il portavoce del Pentagono Christopher Sherwood ha riconosciuto che il dipartimento sta ancora indagando sui presunti avvistamenti di astronavi aliene. Ecco la sua dichiarazione:”il Dipartimento della Difesa è sempre preoccupato di identificare tutti gli aeromobili nel nostro ambito operativo, nonché di identificare qualsiasi funzionalità straniera che possa rappresentare una minaccia per la patria”.

Prima di aggiungere altro, sembra che però il Pentagono vuole smettere di usare la dicitura UFO per gli oggetti volanti non identificati, questo perché ritiene che l’acronimo escluda quelli sviluppati da altri superpotenze. In questo senso vanno intese le parole che seguono di Sherwood:”il Dipartimento continuerà a indagare, attraverso le normali procedure le segnalazioni di aeromobili non identificati rilevati dall’aviazione militare statunitense al fine di garantire la difesa della patria e la protezione contro il fattore sorpresa degli avversari della nostra nazione”.

Secondo il giornalista esperto Nick Pope, il quale ha dedicato segretamente la sua professione alla ricerca degli Ufo per conto del governo britannico durante gli anni ’90, le dichiarazioni del Pentagono sono una “rivelazione bomba”.