truffa bancomat Unicredit intesa sanpaolo e BNLGli sportelli automatici prendono di mira i clienti con conto in Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Emerge una strana truffa che fa da contorno ai numerosi attacchi telematici perpetrati col metodo del phishing. In questo caso la strategia è più diretta e passa per la clonazione del conto per mezzo di bancomat pericolosi.

Chi si reca presso l’ATM della propria banca è sicuro di svolgere operazioni in totale tranquillità. Ma scopre presto di avere alcuni problemi a causa di addebiti e prelievi indesiderati che cominciano ad essere notificati via SMS. Ecco cosa succede.

 

Bancomat truffati: clienti Unicredit, Sanpaolo e BNL sul piede di guerra

Gli sportelli manomessi sono moltissimi in Italia e nel resto del mondo. Piccole telecamere spia vengono installate nella parte superiore insieme ad un microchip che registra i dati della carta. Si chiama skimmer ed è in grado di copiare IBAN, numero di conto, CVV e codice personale immesso in fase di versamento o prelievo.

Le banche sono sul piede di guerra contro una truffa che lascia tutti spiazzati. Ottenere i rimborsi per il denaro ingiustamente perso non è semplice. Bisogna provare di essere dalla parte della ragione. Prima di incorrere in spiacevoli conseguenze si consiglia di:

  • Coprire con la mano il tastierino quando digitate il PIN.
  • Controllare l’alloggiamento della scheda che non sia presente uno skimmer, in genere toccando si riesce a sentirlo.
  • Controllare nella parte superiore che non sia stato installato un altro componente dove si trova la luce.

Altre cose fondamentali sono:

  • Prelevare preferibilmente nei bancomat all’interno, non quelli direttamente sulla strada.
  • Fare tutte le operazioni quando la banca è aperta, è molto raro che vengano manomessi.