star wars trilogia logo

Qualche mese fa, la Lucasfilm ha annunciato l’inizio dei lavori per una nuova trilogia cinematografica. Questi nuovi film avrebbero dovuto ampliare la storia della famiglia Skywalker narrata negli episodi canonici che si concluderanno con “L’ascesa di Skywalker”. Tuttavia oggi è arrivata una doccia fredda per i fan di Star Wars, i quali hanno appreso del blocco dei lavori per questi nuovi capitoli.

La trilogia era affidata a David Benioff e D.B. Weiss, il duo di sceneggiatori che ha curato l’adattamento televisivo di Game of Thrones. La coppia, ha anche vinto svariati Emmy per il lavoro svolto con l’adattamento dei libri George R. R. Martin. Il debutto nelle sale dei nuovi film era previsto per il 2022, con il lancio di un film ogni due anni, ma a quanto pare il progetto non vedrà la luce a breve.

Come si può leggere sulle pagine di Deadline, i due registi hanno dichiarato: “Amiamo Star Wars. Quando George Lucas l’ha creato, ha creato anche noi. Parlare di Star Wars con lui e l’attuale squadra di Star Wars è stato il brivido di una vita e saremo sempre in debito con la saga che ha cambiato tutto.”

Al momento non sono chiare le motivazioni che hanno portato a questo divorzio. La coppia ha tirato in ballo un precedente accordo con Netflix, per cui la loro agenda è piena. I lavori  sulla trilogia quindi sono in uno stato non meglio precisato, anche considerando un’avanzato stato di progettazione iniziale.

Il futuro di Star Wars attualmente è pienamente indirizzato verso il debutto di “Episodio IX: L’ascesa di Skywalker” al cinema e la preparazione dei contenuti per Disney+. In particolare, sulla piattaforma di streaming di Topolino arriveranno “The Mandalorian” e “Kenobi”.

Il futuro invece è ancora incerto. La trilogia di Rian Johnson è avvolta dal mistero, mentre prende sempre più prede una possibile produzione affidata a Kevin Feige, papà di tutti i film del Marvel Cinematic Universe.