HyperStealth Biotechnology, azienda canadese, ha annunciato quattro nuovi brevetti riguardanti Quantum Stealth. Trattasi di un materiale che ricorda il famoso mantello dell’invisibilità di Harry Potter.

Questo materiale non ha bisogno di alimentazione per poter funzionare ed è sottile tanto quanto un foglio di carta A4, oltre ad essere anche economico. Nel brevetto sono specificate circa 13 versioni differenti che consentono diverse configurazioni di questo materiale. Il primo dei quattro brevetti è quello che parla di invisibilità e oggetti nascosti grazie alla particolare configurazione. Potrebbe essere utilizzato per nascondere edifici, aerei e tanto altro. La tecnologia utilizzata distorce la luce intorno all’oggetto e blocca lo spettro della radiazione termica.

Mantello dell’invisibilità: pronto al lancio il nuovo materiale che rende gli oggetti invisibili

La seconda domanda di brevetto parla di amplificatore per pannelli solari. In questo caso il materiale utilizzato è lo stesso delle lenti. Il terzo brevetto, “Display System”, propone la produzione di immagini olografiche usando un proiettore. La quarta e ultima domanda di brevetto riguarda la diffusione, deviazione e manipolazione dei laser. Grazie a questo brevetto un laser può, infatti, essere suddiviso in migliaia di laser molto più piccoli e funzionare come un radar. Potrebbe essere utile per identificare oggetti rapidamente e condizioni pericolose. Un sistema dunque utile, ad esempio, per la sicurezza urbana.

HyperStealth ha inoltre rilasciato circa 100 minuti di filmati che mostrano e spiegano nei minimi dettagli tutto ciò che questo materiale ha da offrire. Vengono illustrate le quattro varianti, tutte le combinazioni, pro e contro e in che modo possono essere utilizzati al meglio.