costo cambio SIMAlcuni clienti italiani di TIM e Vodafone hanno letteralmente gettato le SIM nel pattume dopo aver scoperto di essere stati vittima di una pericolosa truffa. Tutta la vicenda si riassume con una terminologia definita come Swap Scam. Se sei incappato in questo post potresti non essere il solo ad essere protagonista dei nuovi problemi. Succede qualcosa di strano ed è necessario intervenire immediatamente prima che il tuo conto in banca segni 0 euro.

 

SIM disattivate da TIM e Vodafone mettono in panico i clienti: la truffa svuota i conti e ruba i numeri di telefono

Chiamate ed SMS non funzionano. Le tacche di segnale non compaiono pur avendo la certezza matematica che il segnale in zona ci sia. Allora cosa sta succedendo esattamente? Una domanda cui molti utenti non sembrano saper rispondere. In atto c’è una frode telefonica che passa per una vicenda di recente scoperta. Gli hacker riescono a clonare le SIM facendosi strana fino ai sistemi di sicurezza per l’autenticazione delle banche italiane di Unicredit, Sanpaolo e BNL.

Grazie ad una ricostruzione del profilo utente che passa per i social i malintenzionati ottengono il recapito telefonico della vittima. Facebook, Instagram ed altre app di social network vengono usate contro di noi. Una volta ottenuto il numero personale gli hacker bloccano le SIM mantenendo il numero ma ottenendo una scheda perfettamente uguale a quella originale. Complici inconsapevoli sono proprio gli operatori che accolgono la richiesta di smarrimento inoltrata dai malviventi.

Copiata la SIM è semplice autenticarsi grazie alla ricezione dei codici OTP inviati dalla banca via SMS. Con le credenziali in mano i conti sono allo scoperto e disponibili per prelievi forzati, bonifici esterni ed acquisti online sul Dark Web e siti famosi. Tutto a nostre spese. Nel caso in cui ravvisaste problemi di questo tipo è consigliabile avvertire le autorità e provvedere a ridefinire le info utente che si condividono online sui social.