renaultDue leader del settore dell’automotive, come Renault Ford, si trovano letteralmente nell’occhio del ciclone a causa di alcuni grandi problemi legati alle proprie autovetture. Secondo le ultime testimonianze, infatti, oltre 700’000 unità nel mondo potrebbero essere difettose, mettendo in parte a rischio l’incolumità dei consumatori, quanto proprio provocare guasti da migliaia di euro.

Per quanto riguarda il mondo di Renault, alcuni motori consumerebbero semplicemente troppo olio, ciò porta quindi ad una usura più intensa, con la conseguente rottura anticipata ed un danno che supera anche i 5000 euro. Secondo l’azienda il consumo di olio non è superiore alle aspettative, per questo motivo non ha deciso di richiamare i modelli coinvolti: 1.2 Tce 115, 120 e 130ch, oppure in Nissan 1.2 DIG-T 115ch, in Mercedes 1.2 115ch ed in Dacia 1.2 Tce 115 e 125 ch.

 

Renault e Ford nuovamente al centro di una bufera mediatica

Ford se la passa addirittura peggio, alcuni modelli di Mondeo S-Max, infatti, presentano una batteria difettosa che porterebbe alla perdita di acido da un morsetto che, entrando in contatto con la corrente, potrebbe causare un corto circuito con il divampare di un incendio. Sia chiaro, si parla di situazione ipotetica, ma per sicurezza consigliamo di richiedere un controllo al meccanico di fiducia.

Entrambe le questioni sono da gestire in totale autonomia, va infatti ricordato che né Renault, né Ford hanno diramato un richiamo per le unità coinvolte nelle problematiche descritte. Ciò sta a significare che secondo le aziende il “pericolo” o il problema è trascurabile, raccomandiamo comunque la massima attenzione e cura dell’automobile.