Il software sviluppato da Google nell’ambito del sistema operativo contrassegnato dal robot fino verde ha raggiunto un nuovo aggiornamento, arrivando così alla versione 4.6.

Moltissime sono le novità introdotte con questa nuova veste della piattaforma, soprattutto in merito ad una funzionale gestione delle applicazioni e ad una più pulita interfaccia utente. L’aspetto è infatti complessivamente migliorato in ottica di una maggiore fruibilità e dello standard user-friendly.

Le principali introduzioni riguardano la suddivisione della home in una porzione superiore, dove è possibile “fissare” le applicazioni più utilizzate per averle sempre a portata di mano, e una inferiore scorrevole che consente di accedere alle altre icone.

In basso, inoltre, è inserita una barra per la gestione più rapida della musica o dei video in corso, in maniera tale da poter cambiare più agevolmente traccia e interrompere la riproduzione.

In aggiunta, nella porzione destra della medesima barra si ritrovano le icone per interagire con notifiche (icona con la campanella) e Google Assistant (icona con il microfono).

Android Auto si prepara all’addio: Google la rimuoverà dai dispositivi mobili

A fronte di tutte queste novità, però, ve n’è una particolarmente importante. Andando a scavare nel codice sorgente dell’APK, infatti, si è potuta evincere l’intenzione di Google di far diventare la piattaforma uno stand-alone, dotandola di vita propria.

Questo implicherà il dover dismettere l’app dai dispositivi mobili (a cui finora era imprescindibilmente associata per poter lavorare correttamente), quindi da smartphone e tablet. Fortunatamente, le funzionalità presenti in questa sezione saranno integrate nell’Assistente di Google, in modo tale da non lasciare i devices sprovvisti di questo utile strumento.