Smartphone: ecco quali sono i modelli che producono più radiazioni

Tutti oggi utilizzano uno smartphone, che sia per lavoro o magari anche semplicemente per piacere. I dispositivi mobili sono diventati fondamentali nella vita delle persone, anche se spesso possono portare qualche problematica.

Questi emettono infatti radiazioni, anche se ovviamente parliamo di cose ben meno gravi rispetto a quanto visto in giro. Ovviamente gli accorgimenti da prendere in considerazione sono tanti e per questo bisognerebbe capire anche cosa si rischia. In molti tendono ad evitare tale fattispecie, ma tutto ciò potrebbe essere anche letale a lungo andare.

 

 Smartphone e radiazioni: ecco tutti i rischi che gli utenti corrono on le onde elettromagnetiche ogni giorno

Ad oggi qualsiasi utenti  è a conoscenza della problematica che tutti ormai discutono da tempo, ovvero quella delle onde elettromagnetiche. Queste vengono emesse dai dispositivi mobili che sono a loro volt portatori di problematiche importanti. Tantissimi studiosi hanno consigliato degli accorgimenti che potrebbero essere messi in atto proprio al fine di prevenire ogni sviluppo di malattie o magari danni. Da precisare che per ora non ci sono nessi tra queste radiazioni ed eventuali malattie.

Prima di tutto non bisogna assolutamente trasportare per tempo prolungato lo smartphone nelle tasche dei pantaloni. Tale situazione vale soprattutto per gli uomin, dato che tutto ciò può anche portare addirittura all’infertilità. In più sarebbe consigliabile anche dormire con lo smartphone spento nella della propria camera, tenendolo lontano dalla testa.

Stando ai dati ufficiali in questo momento lo smartphone che emette il maggior quantitativo di radiazioni è lo Xiaomi Mi A1 con un valore SAR di 1,75 Watt.