volkswagen golf 8

Essere giunti all’ottava generazione e non sentire il tempo che passa, ma anzi la nuova Volkswagen Golf 8 continua nel solco della tradizione evolvendo però la sua anima tecnologica. La famosa compatta tedesca ha di nuovo creato un modello che metterà di sicuro in imbarazzo i competitor dello stesso segmento, vale a dire Audi, Mercedes e Seat.

A livello estetico introduce delle piccole migliorie a un design già perfetto, riformulando il frontale con una nuova presa d’aria e fari a LED più sottili e allungati rispetto alla Golf precedente. A cambiare è anche il cofano che, oltre a proporre nuove linee, risulta più arcuato nella parte anteriore.

Sul posteriore seguiamo la stessa scelta di evolvere quanto fatto con la settima generazione, laddove il portellone della Golf 8 ora è più generoso e agevole nell’accesso al vano bagagli. I gruppi ottici a LED sono più affusolati, mentre è pià grande la copertura aerodinamica di plastica nera.

 

Volkswagen Golf 8 batte Seat, Audi e Mercedes: ecco tutte le novità

Ma la bellezza e le migliorie di Golf 8 è soprattutto apprezzabile negli interni, poiché nella sua semplicità tutto viene controllato dallo schermo centrale da 8,25″ e da alcuni sensori a sfioramento integrati alla base del sistema di infotainment chiamato Mib3. Sulla Golf 8 fa il suo esordio l’assistente vocale, e basterà dire “Ciao Golf” per iniziare a interagire con lui.

La leva del cambio invece ha lasciato spazio a un piccolo selettore delle modalità di marcia affiancato dai pulsanti per l’accensione e la gestione del freno a mano elettrico. Nella plancia centrale sono presenti le prese USB type C accanto alle funzioni del clima, delle modalità di guida etc.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, accanto ai vari propulsori benzina e diesel troviamo le soluzioni a metano e ibrido in versione mild e plug in, e tutti si articolano tra una potenza di 90 e 300 cavalli. Nello specifico troviamo:

  • due motori benzina con potenza da 90 e 110 cavalli che sfruttano il ciclo di combustione TSI Miller per ridurre i consumi e rendere più efficiente il veicolo;
  • due motori diesel che utilizzano l’iniezione doppia dell’additivo AdBlue per abbattere in maniera sostanziale le emissioni di ossidi di azoto;
  • tre motori mild hybrid a 48 V con una potenza di 110 cavalli, 130 cavalli e 150 cavalli saranno disponibili già al lancio del veicolo;
  • due motori ibridi plug in per il 2020 che avranno potenza di 204 e 245 cavalli con una batteria da 13 kilowatt e un’autonomia di circa 40 chilometri.

Per avere la nuova Volkswagen Golf 8 servono 24.300 euro.