Sempre più frequenti i casi in cui gli utenti si accorgono delle anomalie nei loro telefoni. Vediamo quali sono i segnali per capire se c’è un pericolo reale e la soluzione connessa.

Smartphone intercettato: i pericoli da tenere a mente

Per accorgersi se il proprio cellulare è stato intercettato da terzi, si può prestare attenzione ad alcune “segnali”. Di seguito proponiamo alcune possibili ”requisiti” da farsi per valutare la possibilità di essere intercettati:

  • La batteria si esaurisce velocemente? La sua durata tutto ad un tratto è molto più breve rispetto al solito. E’ possibile monitorarla usando un app come BatteryLife LX o Battery LED.
  • Facciamo una ricarica e dopo poco state senza credito? Possibile che il consumo sia dovuto a un programma spia.
  • Lo schermo del cellulare si illumina ma nessuno ci sta chiamando né ci sono sms in arrivo.
  • Presenza di interferenze o rumori di sottofondo mentre parli al telefono o
  • Se hai il sospetto che ci siano cimici nel tuo telefono, cammina vicino a una radio o una tv durante la tua prossima chiamata.

 

Smartphone spiato: la soluzione

Il primo è controllare il livello di sistema operativo: se comprate cellulari che oltre a telefonare navigano, riproducono la vostra musica e video o permettono l’installazione di giochi e programmi.

Ecco gli altri:

  • Controllare periodicamente i tabulati.
  • Resettare il sistema operativo riportando le impostazioni di fabbrica e cancellando tutto.
  • Usa un rilevatore di microspie: è un dispositivo fisico che puoi collegare al tuo telefono.
  • Installa un’app: per gli smartphone, potresti riuscire a installare un’app in grado di scovare intercettazioni individuando segnali e accessi non autorizzati ai dati del tuo cellulare.