Amazon

Nel terzo trimestre la piattaforma di e-commerce Amazon ha visto crollare i propri utili nel 26% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, andando a toccare delle cifre ben sotto le aspettative.

Anche le previsioni di vendita della stagione hanno deluso gli analisti, pensate che il titolo del colosso di Jeff Bezos è crollato di oltre il 9%. Cerchiamo di scoprire insieme il motivo di questo crollo.

 

Amazon: utili in forte calo rispetto all’anno scorso

Nell’ultimo anno la piattaforma ha investito miliardi di dollari per poter espandere il proprio servizio di consegne, inserendo in molte città il programma di consegne gratuite in un giorno. Nonostante questa grande innovazione, nel terzo trimestre ha visto crollare gli utili netti del 26% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Come anticipato precedentemente, sono stati dati al di sotto delle aspettative.

Anche le previsioni di vendita per questa stagione hanno deluso gli analisti. In seguito alla diffusione dei conti trimestrali nelle contrattazioni after-hours, le azioni dell’azienda hanno avuto un calo del 9%. Gli sforzi della piattaforma sono stati molti e per riuscire a diminuire da due giorni a un giorno il tempo di consegna ha anche assunto 100 mila nuove persone, allargano il proprio network di logistica inserendo anche nuovi camion ed aerei.

Questi sforzi sono costati circa 1.5 miliardi di dollari, una cifra doppia rispetto a quella prevista. Nel trimestre che si è chiuso il 30 settembre 2019, la piattaforma ha riportato utili netti per 2.1 miliardi, in calo rispetto ai 2.9 miliardi dello stesso periodo di solo un anno fa. I ricavi invece sono andati meglio del previsto, con una crescita del 24% arrivando a 70 miliardi di dollari.