xiaomi-aggiornamento-miui-android

Xiaomi ha fatto una promessa particolare, aggiornare tutti i dispositivi a MIUI 11. Si tratta di un obiettivo al quanto ambizioso visto i soliti problemi che ci sono nel panorama Android e infatti c’è un ma. Sebbene, in via teorica, la nuova versione dell’interfaccia personalizzata sia basata su Android 10, non tutti gli aggiornamenti che seguiranno in questi potrebbero portare a tale passaggio. Questo lo si evince da un recente rilascio di patch che hanno colpiti alcuni smartphone.

Prendiamo per esempio il Mi 8 SE. Il modello depotenziato dell’ammiraglia del 2018 stanno giust’appunto ricevendo la beta di MIUI 11 9.10.23. Il peso è di 2 GB e oltre a portare Android 10 con sé, porta anche la patch di sicurezza di ottobre. Essendo una beta, niente è stabile o certo, ma non è questo il punto. L’aggiornamento sta arrivando anche sul Mi 6, un’ammiraglia più datata. In questo caso il dispositivo sta ricevendo MIUI 11, ma non Android 10.

 

Xiaomi, MIUI 11 e Android 10

Se questi sono i presupposti allora ogni volta che ci sarà un aggiornamento di Xiaomi in merito ci sarà da andare cauti. Il passaggio alla nuova versione di MIUI porta con sé evidente benefici come nuove funzionalità, correzioni di bug, miglioramenti delle prestazioni. Finché si tratta di un top di gamma recente, quindi meno di due anni di vita dalla presentazione, non ci si deve preoccupare, in altri casi allora si. Per avere la certezza in merito dovremo aspettare i prossimi mesi, giusto per avere una panoramica sul piano del produttore cinese anche perché adesso ci sono più rilasci di beta che altro.