bancomat truccati skimmer hacker

I bancomat manomessi da cyber criminali non smettono mai di fioccare in Italia, e ogni anno tantissimi turisti che scelgono il nostro paese per soggiornarvi per brevi o lunghi periodi si vedono le carte di credito clamorosamente clonate agli sportelli ATM.

Ovviamente anche noi Italiani siamo soggetti a questi attacchi quando ci rechiamo a prelevare denaro, ma in caso di clonazione abbiamo più possibilità di reagire prontamente bloccando le carte. Al contrario di quanto succede ai turisti stranieri che vengono spesso a conoscenza del furto solo molti giorni dopo l’accaduto quando è ormai troppo tardi.

Le truffe ai danni di banche come Unicredit, BNL, SanPaolo e BPM per fortuna si possono in qualche modo evitare con l’applicazione di alcune tecniche semplici da mettere in pratica quando ci si reca al bancomat per prelevare.

Bancomat: le truffe su Unicredit, BNL, SanPaolo e BPM più frequenti

Per manomettere lo sportello automatico e riuscire così a clonare le carte di credito e i bancomat, gli hacker hanno bisogno di applicare uno skimmer, ovvero un lettore di schede che va montato direttamente sullo sportello in corrispondenza della fessura per inserire le carte. Spesso insieme allo skimmer viene installata una micro telecamera che possa spiare gli utenti mentre digitano il codice segreto sul tastierino numerico, ma in alternativa si possono infettare i bancomat (che ricordiamo si basano su sistemi penetrabili come Windows Xp e Seven) con dei malware per clonare le carte a distanza.

Pertanto, è innanzitutto fondamentale che diate un’occhiata allo sportello prima di utilizzarlo, poiché per inserire lo skimmer in prossimità del lettore di schede ci deve essere per forza un segno di manomissione o della colla. È ovviamente preferibile che scegliate di prelevare solo negli sportelli interni alle banche e non quelli in strada che sono più facili da manomettere.

Infine, se possibile, cercate di evitare l’uso degli sportelli posti in prossimità di monumenti o zone di forte interesse turistico: ovviamente sono i più presi di mira dai criminali.