tempesta magnetica

Si parla ogni giorno sul Web dell’arrivo di una potenziale tempesta magnetica che potrebbe portare al collasso di tutte le telecomunicazioni presenti sul pianeta. Vari scienziati sembrano confermare tale fenomeno e l’intera comunità dell’astrofisica sta studiando attentamente la situazione.

In particolar modo un ricercatore dell’Università di Osaka, Hisashi Hayakawa, ha dichiarato alle pagine dello Space Weather che prendendo in considerazione i dati sulle conseguenze della tempesta, descrive uno scenario quasi apocalittico per quanto riguarda le telecomunicazioni. Dalle televisioni, ai sistemi di messaggistica offline e online come Whatsapp o Telegram, e tanto altro: tutte le onde elettromagnetiche potrebbero andare in down provocando un deserto mediatico. Ma c’è realmente da preoccuparsi o è soltanto l’ennesima Fake News di cui non si sentiva affatto il bisogno?

Tempesta magnetica: cosa potrebbe realmente accadere?

Una vena di allarmismo (ma anche di scetticismo) ha sollevato non poche polemiche e allarmismi vari. Di fatto in Europa il “network offline” potrebbe essere una situazione ipotetica e probabile. Per tale motivo gli scienziati stanno lavorando alla sua soluzione. Gli esperti di meteorologia mondiale temono che l’incidente si possa verificare soprattutto nell’emisfero occidentale del pianeta.

Il piano di prevenzione che stanno ipotizzando gli scienziati riguarda un team di ricerca pronto a placare gli animi dei più allarmisti. Verrà creata un’unica regia operativa dal quale proseguire le ricerche, si definirà una rete per le osservazioni meteorologiche spaziali. Gli uomini di scienza chiedono infine, maggiori fondi per approfondire gli studi e i dati a riguardo e un supporto maggiore per le future operazioni spaziali.