La nuova tecnlogia di rete mobile che stravolgerà il modo di comunicare, meglio conosciuta con il nome di 5G, sta ricevendo non solo degli apprezzamenti. Con l’avvicinamento di questo tanto atteso ingresso nel nostro Paese, la rete di quinta generazione è alle prese con diverse critiche.

Il settore della sanità ha sollevato dei dubbi sugli eventuali rischi che potrebbe comportare la nuova rete mobile. Tali perplessità piano piano stanno facendo il giro su tutto il territorio nazionale, dai cittadini ai vari comuni, passando per le associazioni ed arrivando fino a qualche parlamentare.

Come sempre quando c’è una grande novità, vengono emerse delle criticità e di conseguenza tutto ciò non fa che creare scompiglio tra la popolazione.

 

5G rischi salute: bande di frequenza più alte

Nonostante il 5G sia già in fase di sperimentazione in alcune zone del nostro Paese, sta crescendo sempre di più l’ipotesi in un grave impatto che possa mettere a repentaglio la nostra salute. Non a caso, alcuni comuni tra cui Scanzano Jonico (Matera), hanno vietato agli operatori telefonici di effettuare i test sul loro territorio, così come voluto dal principio di precauzione emanato dall’Unione Europea.

Del 5G ha parlato anche la SIMA, ovvero la Società Italiana di Medicina Ambientale, che in poche parole vuole imporre l’esecuzione del 5G finchè non ci siano dei dati scientifici che affermano il contrario, e quindi la mancata pericolosità di questa connessione.

Un dato che fa preoccupare gli esperti in questo settore, è l’utilizzo di bande di frequenze più alte rispetto alla rete attuale, per poter trasmettere la quantità di dati richiesta.

Attendiamo degli aggiornamenti a riguardo e non ci resta che rimanere collegati con il nostro sito di TecnoAndroid.