android auto

Android Auto domina il mercato dei servizi di guida smart nel panorama automobilistico. Anche rispetto al rivale, Apple CarPlay, presenta una serie di tool per la comodità del software alla guida, molto Smart e di facile intuizione. Dal suo primo lancio, avvenuto nel 2015, l’applicazione si è sempre rinnovata e ampliata di una serie di funzioni smart, tutte pensate per il guidatore.

Al momento siamo alla versione 4.6, e dopo il grosso update di fine Luglio 2019, sembra che ora siamo verso un nuovo punto di svolta. Primo fra tutti, l’app di Google ha ricevuto un grande restyling che ha reso il Menù di più agevole utilizzo anche alla guida, con una maggiore integrazione dei comodi vocali.

Adesso gli utenti possono approcciarsi ad Android Auto anche con la voce, e Google con l’update 4.5 è riuscita a “staccare” il software dalla sua estensione per automobili. Nonostante ciò il device serve ancora per compiere determinate funzioni.

Android Auto: bisognerà dire addio all’applicazione?

Come dicevamo sopra, il software continua a necessitare dell’utilizzo dell’ App del telefono per l’avvio iniziale quando si parte alla guida. Ma qualcosa sembra che stia per cambiare. Le indiscrezioni trapelate sul Web, vedono nel codice sorgente dell’ APK, una serie di news interessantissime.

Sembra infatti che BigG voglia dismettere il servizio, integrandolo nel noto assistente vocale Google Assistant. A dirlo è il sito 9to5Google che ha comunicato, esaminando a fondo le news, che Android Auto sarà disponibile solo sul diplay della macchina e che la modalità di guida sul device si chiamerà Google Assistant Drive.