VPNNel corso degli ultimi mesi abbiamo assistito sempre più spesso alla realizzazione di un mix perfetto tra VPN IPTV, con il chiaro obiettivo di navigare in incognito e di nascondere le proprie attività ad occhi indiscreti. Nel volervi comunque spronare ad evitare qualsiasi attività illegale, cerchiamo di spiegare il motivo per il quale questi due acronimi sono spesso collegati l’uno con l’altro.

Le IPTV le conosciamo tutti, al centro di notevoli dispute o problematiche (sopratutto nell’ultimo periodo), sono liste di canali trasmessi in streaming accessibili tramite applicazioni dedicate e connessione internet attiva. Ogni canale corrisponde ad un link diretto ad un server dal quale ha inizio la trasmissione.

 

VPN e IPTV: scopriamo il legame che esiste tra le due soluzioni

Le VPN sono allo stesso tempo delle reti private virtuali, ovvero delle reti speciali a cui gli utenti si possono collegare per nascondere le proprie attività  ed allo stesso tempo celare l’indirizzo IP ad occhi indiscreti. Sono diventate molto importanti nel campo delle IPTV proprio per la possibilità di navigare in incognito, in questo modo nessuno teoricamente dovrebbe essere in grado di capire quali sono i siti visitati o l’esatta location da cui l’utente si sta effettivamente collegando.

Il consiglio, se comunque decidete di adottare una soluzione di questo tipo, è quello di approfittare di una VPN a pagamento, non affidatevi ad una gratuita, troppo spesso sono stati dimostrati studi che raccontano di attività al limite della legalità di alcuni host stranieri (in particolar modo cinesi), ma è anche vero che non tutti si comportano allo stesso modo.