malware bancomat cutlet maker

Nel 2017 i bancomat ATM vennero attaccati da un malware che trasformava la macchina in una sputa denaro fino a che il serbatoio dei contanti non fosse svuotato. La prima scena ripresa anche su un video YouTube accadde a un dipendente di una banca di Friburgo in Germania ormai due anni fa.

Ma tanti malware che sembrano sconfitti a volte possono tornare in auge perché diciamo si abbassano anche le difese degli ATM esposti alla strada urbana. La truffa chiamata jackpotting è basata su un malware di nome Cutlet Maker che viene installato nel bancomat continua a mietere vittime anche fuori Europa.

 

Bancomat distribuiscono soldi Gratis utilizzando una Pendrive

Gli hacker interfacciati con l’ATM sono in grado di convincere lo sportello a elargire spontaneamente tutto il contante che contiene. Poiché il termine Cutlet Maker è riferito al denaro solo nella cultura russa, c’è il sospetto che dietro il malware si nasconda un gruppo di hacker russi, Se fosse lo stesso team di criminali, solo nel 2017 avrebbero ottenuto in Germania più di un milione di euro.

Il tutto accade senza che i malintenzionati debbano manomettere alcunché, poiché basta rimuovere un pannello dagli ATM per inserire una chiavetta USB e da lì eseguire il malware con il video del simpatico cuoco che cucina cotolette.

Le autorità della sola città di Berlino parlano di 36 casi dalla primavera del 2018, e gli istituti bancari più colpiti in Germania sono stati  Santander e in particolare il modello di ATM Wincor Nixdorf 2000xe. Consapevole del pericolo, l’associazione ATMIA (ATM Industry Association) ha deciso di porre rimedio a un aumento di attacchi tramite jackpotting registrati nel 2019. Tuttavia, non ci sarà mai un bancomat a prova di ogni violazione.