tempesta magnetica

E’ previsto l’arrivo di una tempesta magnetica che potrebbe mandare k.o. le telecomunicazioni di tutto il mondo nei prossimi mesi. A dirlo è proprio l’ESA, ovvero l’European Space Agency.

La perturbazione cosmica è stata studiata a lungo dagli scienziati nel meteo spaziale e sembra che potrebbe mandare in down tutti gli apparecchi elettronici. Dalle TV alle mappe, o le automobili basate sul GPS. Il rapporto del Journal of Space Weather and Space Climate afferma che gli effetti potrebbero anche essere contrastati. Vediamo nel dettaglio cosa accadrà.

Una tempesta magnetica potrebbe perfino fermare l’ascesa del 5G

La stazione meteo spaziale capitanata da esperti di tutto il mondo, tra i quali spicca l’italiano Mauro Messerotti, ha considerato gli eventuali rischio meteo delle nubi energetiche. Ricordiamo che il fisico italiano fa parte dell’Osservatorio di Trieste dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

La consapevolezza di un eventuale impatto solare è stata già assodata all’interno delle Agenzie Spaziali. Questo impatto potrebbe influenzare negativamente l’intero pianeta. Il fisico italiano ipotizza che la tempesta potrebbe agire su tutto ciò che si basa sulla comunicazione radio e sul GPS. I fenomeni si manifesterebbero inoltre sulle latitudini più alte, ma dalle ricerche svolte proprio di recente, è emerso che le tempeste geomagnetiche hanno avuto effetti fino all’equatore.

Tempesta elettromagnetica e geomagnetica: l’Italia è a rischio?

Purtroppo anche il nostro Paese potrebbe avere ripercussioni negative e gli enti hanno iniziato a controllare l’attività elettromagnetica. Sembra inoltre che l’Unione Europea abbia intenzione di finanziare una serie di interventi necessari per prevedere e arginare fenomeni come tempeste elettromagnetiche e geomagnetiche.