L’anno prossimo, il sogno di lunga data di riparare i satelliti già in orbita attorno alla Terra si avvicinerà un po ‘di più alla realtà. Due nuove missioni in atto: invieranno l’astronave in orbita per incontrarsi con altri veicoli che zoomano intorno alla Terra per vedere se è possibile che due satelliti si incontrino delicatamente nello spazio. In caso di successo, queste missioni potrebbero segnare un primo grande passo verso la pulizia dell’orbita terrestre e renderla un luogo più sostenibile.

Northrop Grumman e Astroscale stanno cercando di dimostrare un concetto noto come assistenza satellitare, che al momento non è un’opzione per gli operatori satellitari. Ogni volta che un operatore lancia un satellite in orbita, non c’è davvero modo di raggiungerlo di nuovo.

È tutto da solo nello spazio. Quindi se un satellite esaurisce il propellente, non è possibile riempire il serbatoio. Gli operatori devono togliere il veicolo dall’orbita e quindi sostituirlo con un altro veicolo multimilionario. O se un satellite si rompe, rimarrà semplicemente nello spazio come un pezzo di spazzatura non collaborativo che potrebbe costituire una minaccia per altri satelliti nelle vicinanze.

 

Missioni spaziali: la difficoltà nell’agganciare altri satelliti e test futuri

Progettare un veicolo spaziale in grado di raggiungere e agganciare un satellite rotto non è un’impresa facile. Per prima cosa, questi satelliti si stanno ingrandendo a migliaia di miglia all’ora, rendendoli difficili da avvicinare. Inoltre, praticamente tutti i satelliti che sono stati inviati nello spazio non sono stati progettati per essere catturati e riparati.

Non hanno appendici per i veicoli spaziali a cui agganciarsi, quindi i veicoli per la manutenzione dei satelliti dovranno trovare modi creativi per catturare un satellite a corto di carburante. E se un satellite ha subito una sorta di catastrofico fallimento è possibile che si sia rotto in pezzi, rendendolo ancora più difficile da afferrare.

Le missioni del prossimo anno metteranno alla prova due diversi modi in cui i servizi di manutenzione dei satelliti possono agganciarsi a un veicolo spaziale. Uno utilizzerà un meccanismo robotico per agganciarsi a un satellite esistente, mentre l’altro testerà piastre magnetiche che potrebbero consentire a due satelliti di scattare facilmente insieme. Entrambi i metodi potrebbero rivelarsi utili, ma prima di tutto i team devono dimostrarlo di poter lavorare.